Logo Avis Lombardia
Come partecipare

Quali sono i passi per diventare Volontario?

Come si diventa volontario (step by step):

Passo 1: scegli un progetto

Consulta sul sito web della Commissione Europea il database dei progetti approvati: http://europa.eu/youth/evs_database

In questo sito sono pubblicate, in lingua inglese, le informazioni relative a tutte le organizzazioni che si occupano dello SVE (organizzazione ospitante, organizzazione di invio e organizzazione coordinatrice) e la descrizione dei progetti disponibili.

Passo 2: individua l’organizzazione di invio

Il Volontario deve essere necessariamente supportato da un’organizzazione di invio accreditata. Se non conosci nessuna organizzazione puoi cercarne una sul database dei progetti SVE (link sopra).

Avis Regionale Lombardia è accreditata e ha esperienza nell’invio di volontari italiani all’estero. A nostro parere, il rapporto con il volontario in invio deve essere di prossimità fisica ed emotiva, per poterlo accompagnare durante il percorso SVE, dalla partenza al ritorno. Preferiamo quindi inviare giovani che vivono in Lombardia e convogliare le richieste verso gli enti del territorio di provenienza per gli altri.

Passo 3: proponi la tua candidatura

Dopo aver scelto il progetto, occorre proporre la propria candidatura presso l’organizzazione ospitante attraverso l’invio di un curriculum e di una lettera di motivazione, in Inglese o nella lingua del paese della struttura ospitante.

Ora non resta che attendere una risposta e se fosse negativa riprovare con un’altra organizzazione. La tenacia e la perseveranza sono due delle caratteristiche richieste al volontario.

Passo 4: redigi la proposta

Complimenti! L’organizzazione ti ha selezionato come suo prossimo volontario.

Da questo momento le organizzazioni di invio e ospitante lavorano insieme e decidono chi si occuperà della presentazione del progetto e di mandare la proposta di finanziamento all’Agenzia Nazionale.

Per i progetti sono previste delle selezioni a livello nazionale, ci sono 3 scadenze per presentare le richieste ogni anno:

I progetti devono essere presentati dagli enti entro le seguenti date:

4 febbraio 2015

30 aprile 2015

1 ottobre 2015

pertanto si consiglia di individuare un’ente di invio e di accoglienza almeno 20 gg. prima rispetto a tali date.

Dalla presentazione del progetto al momento sua attivazione devono trascorrere almeno 3 mesi.

Passo 5: aspetta pazientemente

L’approvazione del finanziamento dei progetti è un compito delle Agenzie Nazionali del programma Erasmus+. I risultati dell’approvazione dei progetti vengono pubblicati sul sito web dell’Agenzia Nazionale dove è stato inviato il progetto circa 8 settimane dopo la presentazione.

Il progetto che hai scelto è stato approvato? Inizia a prepararti per questa nuova avventura!

Passo 6: preparati per la partenza                                       

Dal momento in cui sai che il progetto è stato approvato, hai almeno 6 settimane da utilizzare per espletare le formalità e prepararti al tuo periodo di SVE. Fondamentale, ad esempio, sono: la firma del contratto, la partecipazione obbligatoria alla Formazione Pre-Partenza e gli compiti amministrativi per una partenza all’estero (Visto etc.).

Passo 7: dopo lo SVE

Il progetto è terminato. Tanti ricordi, tante persone incontrate, tanta novità durante il progetto! Adesso si torna alla vita normale, mai uguale alla vita che hai lasciato alla partenza.

Dopo il ritorno nel tuo paese non sarai lasciato solo. La tua organizzazione di invio deve   aiutarti a reintegrarti nella tua comunità. Anche l’Agenzia Nazionale ti inviterà a partecipare alla   valutazione finale. In quella occasione avrai la possibilità di conoscere le altre persone che hanno fatto la tua stessa esperienza. Potresti anche lavorare nell’associazione di ex-volontari SVE.

Youthpass

Ciascun partecipante ad un progetto di Gioventù, ha diritto di ricevere un certificato, lo “Youthpass”, che descrive e convalida l’esperienza di apprendimento. Tramite lo Youthpass la Commissione Europea certifica che la partecipazione al Servizio Volontario Europeo è riconosciuta come esperienza formativa e costituisce un periodo di apprendimento non formale.

Tutti i certificati Youthpass hanno una struttura simile e contengono le seguenti informazioni:

-        Informazioni personali sul partecipante;

-        Descrizione generale dell’azione di programma svolta;

-        Informazioni chiave sul progetto e sulle attività realizzate dal partecipante;

-        Descrizione e la valutazione dei risultati formativi ottenuti dal partecipante durante il progetto.

Sei interessato, vuoi saperne di più? Contattaci a: avis.lombardia@avis.it o al 02 266.66.56